< img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1069909374191099&ev=PageView&noscript=1" />

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-en AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-pt AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-th AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-es AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-fr AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-ko AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-ja AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-tw AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-de AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

Errore del database di WordPress: [Colonna sconosciuta 'weglot' nella 'clausola where'].
SELECT `meta_key` AS `key`, `meta_value` AS `value` FROM `ga_postmeta` WHERE `post_id` = weglot-4449-nl AND ( `meta_key` = "_en_item_image" OR `meta_key` = "_en_item_image_hover" )

  • Soluzioni di pulizia

Raddoppiare la forza lavoro con l'uso di lavapavimenti robotizzati - Facility Management Guide

13 marzo 2023

Poiché la tecnologia continua a crescere più velocemente che mai, nel 2023 i robot autonomi non faranno più parte solo dei siti industriali, ma contribuiranno attivamente alla nostra vita quotidiana. Oggi non c'è settore che non abbia preso in considerazione una qualche soluzione autonoma per ottenere una maggiore produttività o qualità. Le società di gestione degli impianti e appaltatori di servizi edilizi non fanno eccezione in questa ricerca.

Attualmente, sono oltre 54.000 gli operatori che competono nel mercato globale dei servizi di pulizia e assistenza. Di fronte alla forte concorrenza, tutte le aziende di servizi di pulizia e di facility stanno cercando varie soluzioni per differenziarsi dalla concorrenza.

Le principali sfide che gli operatori del settore delle pulizie devono affrontare sono la carenza di manodopera e l'elevato turnover dei dipendenti. Secondo i dati dell'Ufficio Statistico del Lavoro degli Stati Uniti, il tasso di turnover per il settore dei servizi di pulizia degli edifici e dei servizi di pulizia è stato del 102% nel 2020. Il lavoro di pulizia, benché importante e apprezzato da molti, non è molto affascinante e i lavoratori a volte lo svolgono in modo temporaneo, tra un lavoro e l'altro. Questo può rendere difficile mantenere il personale. Inoltre, l'attuale mercato del lavoro è molto rigido.

In questo articolo scoprirete come le macchine per la pulizia autonome, in particolare le lavapavimenti robotizzate, possono affrontare queste sfide aumentando la produttività dei vostri attuali dipendenti senza causare maggiore pressione o stress e fornendo circostanze più stimolanti, in modo che i lavoratori non lascino facilmente il loro posto di lavoro e rimangano fedeli per un periodo molto più lungo.

Migliorare la produttività dei vostri attuali dipendenti

Innanzitutto, sfatiamo il timore comune che i robot debbano sostituire gli esseri umani. In realtà, le lavapavimenti autonome sono progettate specificamente non per sostituire le persone, ma per aumentarne la produttività. Lavorando in tandem con una lavapavimenti robotizzata, un dipendente può dedicare il suo tempo a compiti che richiedono l'attenzione umana, mentre la lavapavimenti si occupa della pulizia ripetitiva dei pavimenti.

Riutilizzando i lavoratori esistenti è possibile concentrare i loro sforzi su quelle mansioni che richiedono una persona, come la pulizia dei vetri, l'immagazzinamento, lo svuotamento dei rifiuti, il riempimento dei distributori, la pulizia dei locali sanitari e altre attività di manutenzione della struttura.

Facciamo un esempio!

In media, un addetto alle pulizie dedica gran parte del tempo disponibile alla cura dei pavimenti (aspirare, pulire la polvere, spazzare, strofinare) e destina il tempo rimanente ad altri compiti (pulizia dei servizi igienici, riempimento dei distributori, aree ad alto contatto, svuotamento dei cestini, rimozione delle impronte digitali, pulizia dei vetri, ecc.)

Se ipotizziamo che un lavoratore medio esegua la pulizia dei pavimenti alla velocità "reale" di una macchina lavapavimenti automatica, ma la velocità della pulizia manuale è di solito più lenta, ci vorrebbero circa 4 ore e 2 dipendenti per pulire un'area di 4.000 metri quadrati.

  1. In primo luogo, devono rimuovere i detriti secchi di piccole dimensioni (graffette, sabbia, pezzi di carta, polvere, capelli, ecc.) passando una scopa a secco o spazzando il pavimento manualmente con spazzoloni/scope.
  2. In secondo luogo, devono utilizzare una lavasciuga pavimenti per rimuovere le macchie, la polvere fine e i pali e ridurre il numero di batteri e funghi eventualmente presenti.

Vediamo ora cosa succede se implementiamo 2 lavapavimenti autonomi in questo scenario con le condizioni attuali ipotizzate.

  1. Il primo robot impiegherà da 2,6 a 3 ore per spolverare il pavimento e circa 10 minuti per l'operatore per sostituire il mocio saturo durante il processo di pulizia (di solito deve essere fatto ogni ora).
  2. Nel frattempo, la seconda lavapavimenti autonoma può pulire a umido (lavare e asciugare) il pavimento seguendo lo stesso percorso. La pulizia a umido viene effettuata in circa 4 ore, con un breve tempo di ricarica nel mezzo.

Per cambiare le spazzole per la polvere 3 volte ci vorranno circa 30 minuti, mentre per pulire il robot dopo l'operazione ci vorrà lo stesso tempo di una macchina tradizionale.

Questo si traduce in 7,5 ore in più (8 ore meno 0,5 ore per il cambio dello spazzolone) per i vostri lavoratori di svolgere altre attività piuttosto che la pulizia manuale dei pavimenti, oppure 7,5 ore di risparmio al giorno. Se consideriamo 250 giorni all'anno, in 5 anni risparmierete 4.375 ore di lavoro.

Naturalmente non è possibile trarre alcun diritto da questo caso utente, ma le indicazioni sono estremamente forti! indicazioni sono estremamente forti!

Con l'implementazione di lavapavimenti autonomi, potete liberare la vostra attuale forza lavoro dallo straccio e dal lavaggio del pavimento e destinarla ad altre attività di pulizia. In questo modo il vostro team potrà lavorare con produttività doppia produttività doppia nello stesso periodo di tempo.

Creare un ambiente di lavoro migliore per i dipendenti attuali per ridurre il turnover

Gausium pannello di controllo dei robot di pulizia

Come già detto, l'automazione robotica può occuparsi di compiti ripetitivi e banali, liberando i dipendenti per concentrarsi su lavori più significativi e coinvolgenti. Quando i dipendenti sentono di dare un contributo prezioso all'azienda, è più probabile che siano impegnati e motivati.

Allo stesso tempo, quando le aziende implementano la pulizia autonoma, i dipendenti hanno l'opportunità di apprendere nuove competenze che possono essere utilizzate per supportare la tecnologia. Queste possono includere l'impostazione dei compiti, la manutenzione e la risoluzione dei problemi. Offrendo opportunità di sviluppo delle competenze, un'azienda può dimostrare ai dipendenti di investire nella loro crescita e nel loro sviluppo.

Alcuni compiti o ambienti in cui svolgerli possono essere pericolosi o rischiosi per i dipendenti. Ad esempio, la pulizia dei pavimenti di strutture ospedaliere ad alto rischio di infezioni. L'automazione robotizzata può contribuire a ridurre il rischio di infezioni, aiutando i dipendenti a sentirsi più sicuri nel loro lavoro.

In generale, le pulizie automatizzate possono contribuire a coinvolgere i dipendenti offrendo nuove opportunità di apprendimento e di crescita, riducendo le attività noiose e pericolose e migliorando la soddisfazione lavorativa rendendo il lavoro più significativo e d'impatto.

 

Circa Gausium

Gausium è stata fondata da Edward Cheng nel 2013 dalla passione per la guida autonoma. Ha iniziato come fornitore di soluzioni SLAM (localizzazione e mappatura simultanea) e di software robotico integrato. Oggi, Gausium è diventata un'azienda leader nel settore dei robot autonomi di pulizia e di servizio alimentati dall'intelligenza artificiale, con oltre 4.000 installazioni di successo in 50 Paesi e regioni. Attualmente, i prodotti e i servizi di Gausiumcomprendono robot commerciali per la pulizia dei pavimenti, robot per le consegne in ambienti interni e accessori supplementari come docking station, piattaforma cloud e software applicativo.